lunedì 31 dicembre 2012

2012 Dodici sfumature di grigio


Si conclude oggi l'annata 2012.
Annata strana.
La metterò nella cantina, in un buon posto.
Gli amici che la visiteranno potranno assaporarne l'essenza. Ma non coglierla. 
Soltanto un esperto sommelier, dopo un'attenta degustazione, potrà carpirne l'intensità e la complessità. L'annata 2012 richiede una profonda analisi sensoriale.
her.etico

A Silvia, Beatrice, Anna, Simona.

Il libro dell'anno pare sia "Cinquanta sfumature di grigio". Potrei anche adottare il titolo e cambiarne il contenuto...
Vediamo un po'...
Dodici sfumature di grigio. Dodici mesi.

Gennaio lo ricordo come un mese duro.
Di quelli che ti sbattono in faccia la realtà.
Freddo e duro.
Di un grigio ghiaccio.
Anche la nave da crociera Costa che naviga nelle fredde acque italiane sbatte contro qualcosa di duro.
Dura è dover scuotere la testa perchè... "non ci son più i capitani di una volta".

Febbraio mi si presenta pieno di prove difficilissime.
Molta energia viene consumata in queste prove. Troppa resilienza.
Molto grigio fumo. Molto fumo.
Nel frattempo sento da lontano che due marò italiani vengono arrestati. Ancora oggi non ho capito molto sulla vicenda. Pensavo sempre: " Adesso vado a vedere su google cosa fa un marò...".
Ma non l'ho mai fatto. Rimane grigio fumo...

Marzo comincia pian pianino a schiarirsi il grigio. Da fumo passa a fumè...
Muore Lucio Dalla. Questa è la sua canzone che mi piace di più...



Ad Aprile forse "la particella di Dio" mi illumina la strada. Gli scienziati del Cern di Ginevra annunciano di aver trovato il bosone di Higgs. Non so bene cosa sia. Ho molte difficoltà ad interrogare mio figlio in fisica. Sono una pessima fisica.
Diciamo che il grigio strada è il colore che più si addice a questo mese.
Vedo la strada.
Grigia ma la vedo.

Maggio. Nero.
Terremoto. Ma ne ho già parlato troppo.
Il mio ingresso al Decathlon di Modena alle ore 13 del 20 Maggio 2012 rimarrà nella storia.
Siamo stati i primi ad entrare per comprare una tenda.
Indossavo una camicina da notte nera. Il chiodo di Nicola. Una leggins violetta donatami dalla vicina di casa undicenne e le scarpe di Tommy. Le Hummel blu elettrico con le strisce gialle.
E Paco al guinzaglio.
Una delle Pussy Riot praticamente...
(A proposito...Free Pussy Riot. Ho letto i testi delle loro canzoni. I Sex Pistols hanno fatto di peggio. Ma loro sono russe...)
Il 29 Maggio lo devo ancora analizzare a fondo...e nel profondo.

Giugno lo passo in esilio.
E compro l'iPhone.
Non accadrà mai più che io non riesca a mettermi in contatto col mondo. Come quel giorno. Come in quei cinquanta minuti...
Dall'esilio sento qualche notizia dal mondo non terremotato.
Mi arrivano parole da lontano tipo "Monti"- "scudo"- "anti spread"...
ma non mi interessa nulla di ciò che accade fuori.
Il mio cervello è in emergenza. I bisogni primari lo occupano completamente.
Accadono anche cose carine...bei ricordi.
Ringrazio facebook per la compagnia che mi ha fatto in quei giorni.

Luglio. La Nazionale perde e a me, come sempre, non me ne può importare di meno.
Torno a casa.
Vivo ufficialmente in un luogo terremotato.
Sopravvivo. Nel grigio maceria.
Ma è estate. C'è il sole e noi siamo tutti abbronzati. E beviamo spritz.

Ad Agosto vado in vacanza. Nove giorni. In Camargue.
Bello vedere il blu.
Agosto finisce male a volte.
Fuori cosa accade?
Mario Draghi uomo dell'anno???
Nuovi eroi...Uomini grigi.

Settembre. "Schegge di cinema", il nostro spettacolo va in scena a Manitese.
Serata delle meraviglie e delle emozioni.
Attori delle meraviglie e delle emozioni.
Il grigio si colora per una notte di blu. Grigio aviatore. Si vola.
(Grazie a Manitese. Per tutto quello che ha fatto e continua a fare.)
Per il resto nel "cratere" non sappiamo bene cosa succederà. La gente mormora...
Ma i muratori lavorano giorno e notte per costruire le scuole temporanee.
Attendiamo.
Ma c'è chi non può più attendere. Ha troppo atteso. E si prepara.

Ottobre. L'uragano Sandy arriva negli Stati Uniti e noi inauguriamo le scuole temporanee.
Mi tatuo il corpo.
Per la prima volta nella vita.
Per non dimenticare.
Perchè lo scorpione sia lì a tenermi sempre vigile...quando mi perdo.
Quando vogliono catturarmi...

Novembre. E' il mio compleanno e il compleanno del governo dei tecnici.
Sembra passata una vita da quando si sono insediati tra gli applausi e i sospiri di sollievo.
Poco tempo dopo erano politici come tanti...solo un po' più grigi.
Novembre è un mese grigio per antonomasia...

Dicembre 2012. Aspettavamo la fine.
La fine del mondo.
La fine dell'anno.
La fine del governo dei tecnici.
La fine della tregua di Berlusconi.
Arrivano tutti i "nuovi" salvatori della Patria.
Arriva la fine del lavoro.
Arriva Natale. (Non c'è tregua nella caverna)
Arriva Capodanno. Domani è un altro giorno.
Domani è un'altro anno.

Ricostruiamoci. Restauriamoci. Rinascimentiamoci.


"Basta che ce sta 'o sole,


ca c'é rimasto 'o mare,


'na nenna core a core,


'na canzone pe' cantá:


chi ha avuto, ha avuto, ha avuto:


chi ha dato, ha dato, ha dato,


scurdammoce 'o passato..."
(Sorrisone) Cameriere...champagne!
 Cin Cin    her.etico


                                                           La scapigliata di Leonardo

Qualunque sofferenza che non sia insieme conoscenza è inutile.
Ricordarlo, visto che riesce tanto penosa.
da Il mestiere di vivere di Cesare Pavese

4 commenti:

  1. non ho letto le 100 sfuamture e penso che non lo farò. Non perchè mi fa arrossire l'argomento, ma perchè più di una persona mi ha detto che è noioso e un po' "ripetitivo"...
    quello che mi colpisce dei tuoi post è la loro estrema lucidità e la tua capacità di mettere in parole emozioni, sensazioni e stati d'animo. Non è da tutti, sei una persona "rara" e quindi preziosa.cin-cin Simona

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :-) Se potessi essere sempre lucida come l'her etico vivrei così bene...Grazie Simo. Cin Cin

      Elimina
  2. Ma com'è bello questo post, leggendolo mammano che leggevo i mesi, con la mente ricordavo le "mie sfumature" i miei giorni passati, ognuno di noi ha qualcosa da ricordare...e se la salute ci aiuta, quest'anno lo ricorderemo chissà per quanto tempo ancora,(pardon il 2012) e i nostri nipoti ci chiederanno di fare una scappata in cantina e stappare l'annata migliore....ma volevo integrare nel tuo mese di febbraio questo: Anno bisesto anno funesto....è proprio vero no? almeno per noi...un abbraccio e....continuo a leggerti volentieri...Libero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E io continuo ad amare il tuo nome. :-) Un abbraccio.
      Grazie Libero.

      Elimina

La Ele

Questo sorriso si chiama Eleonora. Ha 19 anni. E sta facendo un viaggio speciale. Sola. La Ele la conosco da tempo perché ...